Approvato il preservativo per il sesso anale, cosa c’è di diverso

di Redazione 

I preservativi hanno molteplici funzioni e sono un importante strumento di salute pubblica e riduzione del danno: prevengono le gravidanze indesiderate, proteggono contro malattie sessualmente trasmissibili, alcune delle quali possono essere fattore di rischio per il cancro

Ma i preservativi non sono stati creati uguali: ne esistono di materiali, forme, colori, sapori, funzioni diverse, decine di decine. Sembra incredibile allora che sia stato inventato un preservativo approvato specificamente per il sesso anale

Anche se non è stato creato appositamente per questo, è il primo a ricevere il sigillo di approvazione dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, che supervisiona la sicurezza di qualsiasi cosa, dalle pappe ai rossetti negli Stati Uniti. 

La FDA ha deciso dopo molti test che alcuni modelli di preservativi dell’azienda ONE® soddisfano tutti i criteri necessari per essere pubblicizzati come adatti al sesso anale. Uno studio clinico della Emory University, che ha esaminato la sicurezza del preservativo in un campione di oltre 500 uomini (divisi equamente tra uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e uomini che hanno rapporti sessuali con donne) ha rilevato il tasso di fallimento di ONE® Condom (il fallimento è definito come il preservativo rompere o non rimanere fermo durante il sesso) era inferiore all’1% durante il sesso anale. 

La FDA ha ricordato che un preservativo deve avere almeno una percentuale di successo del 95% durante il sesso per essere approvato. 

Parlando della decisione sul loro sito web, ONE® ha dichiarato: “Fino a [ora], le aziende di preservativi come ONE® non erano autorizzate a elencare i preservativi ‘sicuri ed efficaci’ per pratiche sessuali oltre il sesso vaginale […] perché nessuno aveva mai condotto uno studio per testare e confermare che i preservativi siano sicuri per il sesso anale [prima] I dati dello studio della Emory University ci hanno permesso di inviare una richiesta alla FDA. 

Ma un preservativo per il sesso anale deve avere delle caratteristiche ‘speciali’? Il rapporto anale ha delle caratteristiche diverse da quello vaginale: l’ano infatti non ha un sistema di lubrificazione dato dall’eccitazione, situazione per cui sì usano sostanze che potrebbero danneggiare il materiale di cui è composto il condom. Inoltre sì tratta di un organo più stretto dove l’attrito dato dal rapporto è maggiore, situazione anche questa che potrebbe danneggiare o rompere un preservativo non approvato per questo utilizzo. 

La domanda è: se i preservativi sono così consigliati e importanti, perché non possono essere distribuiti ad un prezzo clamierato o gratuitamente magari in popolazioni a rischio? Ma questo è un quesito di cui parleremo ancora. 

FONTE: https://www.cosmopolitan.com/uk/body/health/a39582486/anal-sex-condom/

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*