Arrivare a 100 anni: dipende – anche – dalla personalità

Redazione

Arrivare a 100 anni? Potrebbe essere una ambizione, purchè ci sia la salute discreta, la lucidità mentale, una qualità di vita accettabile. Oggi sappiamo però che l’atteggiamento mentale e la personalità sono fondamentali e una ricerca recente ha individuato 8 tratti chiave correlati alla longevità di successo.

La personalità che stimola una vita attiva

Un’indagine spagnola rivela che alcuni tratti della personalità possono infloguenzare la longevità, aprendo la strada a una vita sana e attiva fino ai 100 anni e oltre. Scopri cosa hanno rivelato 16 donne e tre uomini intervistati in tutta la Spagna.

Vince la personalità con tratti positivi

Lola Merino dell’Università Complutense di Madrid e il suo team hanno identificato 8 tratti centrali condivisi dalla maggior parte dei 19 centenari intervistati. Vitalità, impegno, positività, motivazione intellettuale, socialità, controllo, intelligenza e resilienza emergono come pilastri fondamentali per una vita lunga e sana, come riportato nel Journal of Happiness Studies.

Passione e impegno

La vitalità, definita dall’energia e dalla partecipazione alle attività, è stata evidenziata da storie di centenari che continuano a impegnarsi in passioni come cucito, cruciverba e sudoku. L’impegno verso famiglia, lavoro e obiettivi personali si rivela altrettanto cruciale, come raccontato da coloro che hanno mantenuto la determinazione nonostante le sfide.

Forza dei legami familiari

La socialità e la forza dei legami familiari emergono come fattori chiave, evidenziando l’importanza di rimanere in compagnia. La motivazione intellettuale, rappresentata da curiosità e desiderio di apprendimento, è anch’essa riconosciuta come un tratto distintivo dei centenari.

Coltivare la gratitudine

La positività si dimostra essere un aspetto cruciale, con i centenari che coltivano la gratitudine per la vita anche nelle situazioni difficili. Il controllo, inteso come la sensazione di essere al comando e prendere decisioni, si rivela fondamentale per la longevità, evidenziato da storie di chi ha seguito il proprio giudizio.

Superare le avversità e andare avanti, nonostante tutto

L’intelligenza, manifestata attraverso una buona memoria, abilità conversazionali agili e successi passati, contribuisce anch’essa a una vita più lunga e appagante. La resilienza, la capacità di superare le avversità, emerge come un requisito essenziale, con storie di chi ha trovato forza anche nelle situazioni più difficili.

Io penso positivo (perché son vivo)

Mentre lo studio si basa su centenari spagnoli, esperti affermano che molti dei tratti identificati sono universali. La buona notizia è che, per coloro che desiderano coltivare questi tratti, esistono pratiche come la gratitudine e la gestione del controllo quotidiano che possono contribuire a una vita sana e longeva.

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*