Aumento del morbillo: i CDC americani avvertono i viaggiatori e consigliano la vaccinazione

Redazione

I casi di morbillo sono in aumento in tutto il mondo, con un aumento del 79% nel 2023 rispetto al 2022. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha identificato 46 paesi con un alto numero di casi, di cui 26 in Africa, 4 in Europa, 8 in Medio Oriente, 7 in Asia e 2 nel sud-est asiatico.

  • Il morbillo è una malattia altamente contagiosa che può essere grave, soprattutto per bambini piccoli, adulti e persone con un sistema immunitario compromesso.
  • Le complicazioni del morbillo possono includere polmonite, encefalite e morte.
  • L’aumento dei casi è dovuto principalmente al calo dei tassi di vaccinazione in molte parti del mondo.
  • La vaccinazione contro il morbillo è sicura ed efficace e offre una protezione del 97% contro la malattia.

Cosa fare per proteggersi:

  • Assicurarsi che tutti i membri della famiglia siano vaccinati contro il morbillo, in particolare i bambini di età inferiore ai 12 mesi. I bambini dovrebbero ricevere due dosi del vaccino MPR (morbillo, parotite e rosolia) a 12-15 mesi e 4-6 anni.
  • Controllare lo stato di vaccinazione almeno sei settimane prima di un viaggio internazionale. Se non si è sicuri del proprio stato di vaccinazione, consultare un medico.
  • Se non si è completamente vaccinati contro il morbillo, evitare di viaggiare in paesi con focolai di morbillo.
  • I viaggiatori che si ammalano con febbre, tosse, rinite e congiuntivite e un’eruzione cutanea dovrebbero contattare un medico e menzionare il loro recente viaggio.

Ulteriori informazioni:

Consigli per i viaggiatori:

  • Prima di viaggiare:
    • Controllare lo stato di vaccinazione contro il morbillo e, se necessario, vaccinarsi almeno due settimane prima del viaggio.
    • Consultare il proprio medico per ricevere consigli su come proteggersi da altre malattie infettive durante il viaggio.
    • Acquistare un’assicurazione di viaggio che copra le spese mediche in caso di malattia.

Ecco alcuni dettagli che potrebbero essere utili:

  • I bambini di età inferiore ai 6 mesi sono troppo piccoli per essere vaccinati contro il morbillo. Le donne incinte dovrebbero assicurarsi di essere vaccinate contro il morbillo prima di partorire.
  • Le persone con un sistema immunitario compromesso, come quelle con HIV/AIDS o che assumono farmaci immunosoppressori, sono a maggior rischio di gravi complicazioni del morbillo.
  • Il morbillo è una malattia virale che si diffonde attraverso l’aria. Le persone con il morbillo sono contagiose da 4 giorni prima a 4 giorni dopo lo sviluppo dell’eruzione cutanea.
  • I sintomi del morbillo includono febbre, tosse, rinite e congiuntivite, seguita da un’eruzione cutanea che inizia sul viso e si diffonde al resto del corpo. L’eruzione cutanea di solito dura da 3 a 7 giorni.

È importante sottolineare che il morbillo è una malattia prevenibile. La vaccinazione è il modo migliore per proteggersi .

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*