“Baby Reindeer” – Anna Benedetto intervista la psicoterapeuta e sessuologa Antonella Palmitesta

@annabenedettovisualteller intervista la 𝐃𝐨𝐭𝐭.𝐬𝐬𝐚 𝐀𝐧𝐭𝐨𝐧𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐚𝐥𝐦𝐢𝐭𝐞𝐬𝐭𝐚, psicoterapeuta e sessuologa.

❓Voi avete visto questa serie? Che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

00:00 Presentazioni ed introduzione

00:52 A proposito di “Baby Reindeer”… 02:15 Tutto inizia con un apparente gesto di gentilezza: il “people pleasing”

04:38 Abuso: Le dinamiche. Come un abusante “sceglie” la sua vittima? Come si diventa “candidabilik” ad un abuso?

04:48 Le tante facce dell’abuso

06:45 Il carnefice esiste finchè esiste anche la vittima

07:49 L’intervento terapeutico

09:50 Chi è stato vittima può diventare nel tempo carnefice?

11:17 L’abuso in famiglia

13:57 Differenza tra codipendenza e dipendenza affettiva

17:15 Gli abusi sessuali sugli uomini: perchè non se ne parla?

20:06 Il trauma può influire sull’orientamente sessuale?

23:56 Baby Reindeer e noi: le ragioni della sua viralità

𝐒𝐎𝐌𝐌𝐀𝐑𝐈𝐎

La video-intervista analizza l’impatto culturale di una popolare serie di Netflix.

La sessuologa Palmitesta approfondisce le complessità dei “peaople-pleaser”, dello stalking e delle varie forme di abuso, sottolineando l’importanza di affrontare l’abuso psicologico.

Viene sottolineata l’importanza di una terapia a lungo termine sia per le vittime che per gli autori di abusi, per spezzare il ciclo e prevenire danni futuri.

La discussione esplora anche la codipendenza, l’impatto a lungo termine del trauma sulla sessualità e sull’identità e le norme sociali sull’identità di genere e sull’aspetto fisico, ponendo l’accento sulla diversità e sull’accettazione.

𝐈𝐍𝐃𝐈𝐂𝐄 𝐃𝐄𝐈 𝐂𝐎𝐍𝐓𝐄𝐍𝐔𝐓𝐈

Introduzione dell’ospite

Discussione sulla serie popolare “Baby reindeer”

Comprendere gli atti di gentilezza

Esplorare il tema dello stalking

Dinamiche psicologiche dell’abuso

Importanza della terapia a lungo termine

Comprendere la codipendenza

Effetti del trauma sulla sessualità

Complessità dell’identità sessuale

Sfidare gli stereotipi di genere

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*