Buone notizie: calano droghe, alcol e nicotina tra gli studenti americani

Redazione

Nel panorama degli studenti delle scuole superiori degli Stati Uniti, emerge una notizia incoraggiante: sempre più adolescenti scelgono di astenersi dall’uso di droghe, alcol e nicotina. Secondo l’ultimo sondaggio annuale condotto dall’Università del Michigan e finanziato dal National Institute on Drug Abuse (NIDA), i dati rivelano un aumento significativo nei tassi di astensione, segnando un punto di svolta nella storia del monitoraggio. Tra gli studenti delle scuole superiori, il 62,6% ha riportato di non aver fatto uso di alcol, cannabis o nicotina nei precedenti 30 giorni, si tratta dei tassi più bassi mai registrati negli Stati Uniti. 

I punti chiave dell’indagine:

  • Il 62,6% degli studenti delle scuole superiori non ha fatto uso di alcol, cannabis o nicotina negli ultimi 30 giorni.
  • Tra gli studenti del 12° grado, la percentuale di astensione è rimasta stabile al 62,6%, registrando il livello più alto nella storia del sondaggio.
  • I tassi di astensione a vita, senza alcuna storia di uso di sostanze, sono in aumento tra gli studenti di 10° e 12° grado.

Il rapporto, basato su 22.318 sondaggi raccolti da 235 scuole pubbliche e private negli Stati Uniti, sottolinea che i cambiamenti nelle tendenze sono evidenti. Gli studenti adolescenti del 12° grado (18-19 anni) mostrano un tasso del 37,5% di astensione a vita, seguiti dal 54,4% degli studenti di 10° grado (15-16 anni) e dal 70% degli studenti dell’8° grado (13-14 anni).

L’analisi rivela che il declino dell’uso di sostanze è dominato dalla diminuzione del consumo di nicotina e dal consumo di alcol. E il rapporto indica che ritardare l’inizio dell’uso di sostanze giova alla riduzione dell’uso a lungo termine.

Per la prima volta, il sondaggio ha misurato l’uso di delta-8 THC, una sostanza psicoattiva presente nella pianta di Cannabis sativa. I risultati sorprendono, con l’11,4% degli studenti del 12° grado che ha ammesso di averla utilizzata nell’ultimo anno.

La dottoressa Nora Volkow, direttrice del NIDA, esprime soddisfazione per la tendenza al ribasso, ma sottolinea l’importanza di continuare l’educazione sui rischi delle sostanze, evidenziando il pericolo potenziale di sostanze illecite.

I dati positivi segnalati nel sondaggio del 2023 confermano una tendenza alla diminuzione dell’uso di sostanze tra gli adolescenti statunitensi. Mentre la società affronta sfide in evoluzione, la sorprendente astensione dagli stupefacenti tra gli studenti offre uno spiraglio di speranza per il futuro. Il monitoraggio costante di tali comportamenti rimane cruciale per adattare le politiche e le strategie di prevenzione alle mutevoli dinamiche giovanili.

Riferimenti:

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*