Cattive amicizie: consumo di alcol responsabile di 6mila casi di tumore al seno

Redazione

Secondo recenti studi presentati allo scorso congresso dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), l’alcol rappresenta un fattore di rischio significativo per lo sviluppo del cancro al seno, soprattutto nelle donne. Ogni anno, in Italia, si registrano circa 6.000 nuovi casi di cancro alla mammella attribuibili all’eccesso di alcol, che corrispondono all’11% delle nuove diagnosi. Questi dati sottolineano l’urgenza di implementare azioni mirate per aumentare la consapevolezza del legame tra consumo di alcol e rischio di cancro al seno. L’indicazione è di non superare un bicchiere di vino al giorno nelle donne. 

Etanolo e tossicità: rischi per le donne a causa degli estrogeni

L’etanolo, componente principale delle bevande alcoliche, è risultato particolarmente tossico per le donne, tanto che gli esperti avvertono sulla necessità di una maggiore informazione riguardo i pericoli connessi al suo consumo. La relazione tra etanolo e aumento dell’azione degli estrogeni, ormoni responsabili della crescita di circa il 70% dei tumori al seno, rende imprescindibile una corretta educazione sulle quantità di alcol sicure: non oltre i 10 grammi al giorno per le donne, equivalenti a circa un bicchiere di vino.

L’adozione di stili di vita sani sia cruciale non solo per prevenire lo sviluppo del cancro al seno ma anche per ridurre il rischio di recidiva e mortalità in seguito alla diagnosi. Fattori di rischio evitabili come fumo, sovrappeso, alcol e sedentarietà contribuiscono significativamente all’incidenza della malattia. Pertanto, è fondamentale promuovere una maggiore consapevolezza su queste tematiche.

Quasi 56mila nuove diagnosi 

L’Italia registra un alto numero di casi di cancro al seno, con 55.700 nuove diagnosi nel 2022 e una sopravvivenza a 5 anni pari all’88%. In questo contesto, la prima campagna lanciata dall’AIOM rivolta alle donne per promuovere stili di vita corretti gioca un ruolo cruciale. Inoltre, è fondamentale migliorare l’adesione allo screening mammografico, attualmente al 53,6%, per individuare precocemente eventuali patologie.

E’ importante che le donne siano pienamente informate sui rischi associati al consumo di alcol e sull’importanza di mantenere uno stile di vita sano per prevenire il cancro al seno. La consapevolezza e l’educazione sono strumenti potenti nella lotta contro questa malattia.

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*