Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

IL PROGETTO REMOTE PREMIATO DALLA GIURIA DEL RARE DISEASE AWARD AL FORUM SALUTE DELLA LEOPOLDA

TELEMEDICINA ALTERNATIVA VALIDA NEL 50% DELLE VISITE

Firenze 28 OTTOBRE 21 E’ stato conferito al Forum Sistema Salute presso la Leopolda a Firenze  il Premio del Rare Disease Award nella categoria Co-Creation al Progetto RemoTe.

Il Premio viene attribuito ‘per la capacità del progetto di connettere i centri emofilia e i pazienti attraverso la telemedicina, che in tempi di Covid-19 ha permesso di assicurare cure ed assistenza senza incorrere in rischi legati al contagio’ come si legge nella motivazione.

RemoTe avvicina i centri emofilia e le persone con emofilia sfruttando le nuove tecnologie. “Queste hanno permesso di assicurare cure e assistenza ai pazienti fragili e cronici proteggendoli dal rischio di contagio” ha sottolineato Lara Pippo Head of Market Access & Government Affairs in CSL Behring che ha aggiunto “Il miglioramento della qualità della vita dei nostri pazienti fa parte dei nostri obiettivi prioritari”

La sezione Co-Creation assegna un premio speciale ai progetti che prevedono servizi per le persone con malattia rara e i loro familiari e che abbiano come scopo quello di migliorare l’ecosistema.

“I progetti sono stati valutati secondo criteri di innovazione, sostenibilità economica, impatto sociale, originalità” ha spiegato Annalisa Scopinaro “Le proposte candidate sono state sottoposte alla valutazione di una giuria composta da persone con malattie rare, rappresentanti delle istituzioni, giornalisti”.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con ALTEMS (Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari) sotto la guida dell’Ing. Fabrizio Massimo Ferrara ed è partito su due importanti centri come il Federico II di Napoli e il Careggi di Firenze con la collaborazione di clinici (Prof. Di Minno e Prof. Castaman) e associazioni dei pazienti (FEDEMO, ARCE e Ate).

La televisita si è dimostrata una alternativa valida per circa il 50% dei controlli. E’ possibile una efficace verifica dello stato di salute, visionare esami clinici, dare indicazioni di terapia e fare follow up. Ovviamente questa modalità operativa non può sostituire le visite in presenza, ma risulta una soluzione integrativa all’assistenza.

@forumsistemasalute

@uniamo

 

#fondazioneuniamo

#malattierare

#raredisease

#supporto

###

CSL Behring è un’azienda biotecnologica leader a livello mondiale nel settore degli emoderivati, specializzata nella produzione di proteine plasmatiche e farmaci ricombinanti destinati al trattamento di pazienti in condizioni critiche e a patologie rare e gravi.
In questi tempi di emergenza dovuti alla pandemia di COVID-19 salvaguardare i pazienti, i donatori, gli operatori sanitari, i nostri clienti e i nostri dipendenti è e rimane la principale priorità di CSL Behring.
Siamo a fianco delle persone e del Sistema Sanitario e abbiamo in atto una serie di attività e di iniziative per sostenere la continuità terapeutica ai pazienti e il supporto a chi sta lottando in prima linea.
Alcuni numeri che caratterizzano CSL Behring nel mondo:

  • più di 100 nazioni nel mondo in cui vengono commercializzati i prodotti del gruppo
  • più di 27.000 dipendenti in tutto il mondo
  • più di 1.700 ricercatori dedicati alle attività di ricerca e sviluppo
  • oltre 3.7 miliardi di dollari investiti in ricerca e sviluppo negli ultimi 5 anni
  • più di 275 centri di raccolta plasma distribuiti in Europa, Asia e nel Nord America
  • 7 centri di produzione situati in diverse nazioni del mondo

image_pdfimage_print
https://mohre.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Chinese (Simplified)CroatianEnglishFrenchGermanGreekItalianJapaneseRussianSpanish