La Dieta Mediterranea combatte stress e ansia ma la segue solo il 5% degli italiani

La dieta mediterranea non è solo un toccasana per il corpo, ma potrebbe anche essere una potente arma contro lo stress e l’ansia. Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Nutrients, ha rivelato che chi segue questo regime alimentare mostra segni di miglioramento del proprio umore. Peccato che in Italia è stato calcolato che solo il 5% della popolazione la segue nella sua versione corretta. Tutti gli altri ne consumano una versione ‘fake’ fatta di pasta bianca e cibi ricchi di zuccheri.

Una strategia antistress ‘deliziosa’

Secondo lo studio, le persone che adottano una dieta mediterranea tendono ad avere livelli di ansia e stress significativamente più bassi. “È un grande vanto per la dieta mediterranea,” ha dichiarato Evangeline Mantzioris, ricercatrice presso l’University of South Australia. “Con un cambiamento di stile di vita relativamente semplice, è possibile migliorare notevolmente i livelli di stress e ansia.”

Questo modello alimentare si basa su un consumo abbondante di frutta e verdura fresca, cereali integrali, semi, noci, legumi e olio d’oliva. Pesce e frutti di mare sono raccomandati almeno due volte a settimana, mentre latticini e proteine magre come quelle del pesce azzurro dovrebbero essere consumati quotidianamente in piccole porzioni. La dieta suggerisce di limitare al minimo le carni rosse e gli alimenti trasformati, oltre a ridurre il consumo di bevande zuccherate.

Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno intervistato quasi 300 australiani di età pari o superiore a 60 anni riguardo la loro dieta e i sintomi di depressione, ansia e stress. I risultati hanno mostrato che coloro che seguivano da vicino la dieta mediterranea avevano livelli più bassi di stress e ansia, anche dopo aver considerato altri fattori.

Addio bevande zuccherate

Particolarmente rilevante è stato il consumo di frutta, noci, legumi e la riduzione delle bevande zuccherate, tutti associati a una diminuzione dello stress e dell’ansia. Tuttavia, la dieta non ha mostrato alcun effetto significativo sulla depressione.

Cambiare a tavola per invecchiare in salute

“A livello globale, stiamo affrontando un invecchiamento della popolazione senza precedenti, ma nonostante questa longevità, molte persone continuano a lottare con la loro salute e il loro benessere,” ha aggiunto Mantzioris. “I comportamenti dello stile di vita, inclusa la qualità della dieta, stanno guadagnando sempre più attenzione come fattori di rischio modificabili per la cattiva salute mentale. La dieta mediterranea è approvata per ridurre il rischio di malattie croniche e sostenere un invecchiamento sano.”

FONTE: University of South Australia, comunicato stampa, 14 maggio 2024

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*