L’alcol aiuta il sesso? Forse no. Addio orgasmo in chi beve troppo

Redazione

Da tempo l’alcol è stato dipinto come il compagno ideale per gli incontri romantici, un’ancora di evasione che promette di sentirsi rilassati, allentare le inibizioni e amplificare il piacere sessuale. Tuttavia, una recente ricerca ha gettato luce su un’ombra che si cela dietro questo rituale così diffuso, rivelando che anche il consumo moderato di alcol può celare rischi.

Catalina Lawsin, psicologa clinica specializzata in sessualità, ha sottolineato il legame consolidato tra sesso e alcol in una intervista al New York Times, attribuendolo a una sensazione di rilassamento e alla convinzione popolare che l’alcol innalzi l’abilità sessuale o comunque la disinibizione. Ma è davvero così?

Il dibattito sull’effetto dell’alcol sulla salute sessuale, in particolare sugli orgasmi, si è rivelato sfocato e privo di evidenze scientifiche solide. Il dottor Lauren Streicher, professore clinico di ostetricia e ginecologia presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine, ha sottolineato la mancanza di ricerche approfondite sull’argomento, lasciando una lacuna nel nostro comprensione degli effetti dell’alcol sul piacere sessuale.

Tuttavia, i pochi dati esistenti suggeriscono un quadro complesso: mentre piccole quantità di alcol sembrano aumentare l’eccitazione e ridurre le inibizioni sessuali, un consumo eccessivo può invece sopprimere l’eccitazione e compromettere la capacità di raggiungere l’orgasmo.

Per comprendere appieno questo fenomeno, è necessario analizzare i meccanismi neurali coinvolti nell’assunzione di alcol. L’alcol agisce rilasciando dopamina, il neurotrasmettitore legato al piacere, e migliorando gli effetti dell’acido gamma-aminobutirrico (GABA), che induce un senso di rilassamento. Questo complesso equilibrio neurochimico, tuttavia, può risultare in una lama a doppio taglio: se da un lato l’alcol abbassa le inibizioni e inizialmente aumenta l’eccitazione, dall’altro agisce come un depressivo del sistema nervoso centrale, compromettendo le funzioni cerebrali necessarie per il raggiungimento dell’orgasmo.

La quantità di alcol consumata riveste un ruolo cruciale in questo scenario. Gli esperti consigliano un consumo moderato, definito generalmente come non più di due bevande al giorno per gli uomini e una per le donne. Tuttavia, è importante considerare che l’effetto dell’alcol varia da persona a persona, influenzato da fattori genetici, fisiologici e storici legati al bere.

L’abuso cronico di alcol, invece, è stato associato inequivocabilmente a una serie di disfunzioni sessuali, tra cui la disfunzione erettile negli uomini e problemi di risposta sessuale nelle donne. Inoltre, l’uso eccessivo di alcol può compromettere la connessione emotiva tra i partner, interferendo con la capacità dare un consenso al sesso e di partecipare attivamente all’atto sessuale.

Per coloro che possono riscontrare problemi di orgasmo legati all’assunzione di alcol, è consigliabile consultare un medico o un terapista sessuale, che possono identificare le cause sottostanti e consigliare il trattamento più adeguato. È importante considerare anche il contesto emotivo e comportamentale legato all’uso dell’alcol durante l’atto sessuale, poiché può influenzare significativamente l’esperienza complessiva di intimità. Attenzione anche ad una eccessiva dipendenza dal bicchiere: se senza alcol non si riesce ad avere un approccio sessuale è bene parlarne con qualcuno.

Sebbene l’alcol possa sembrare un compagno ideale per gli incontri romantici, è fondamentale comprendere i suoi effetti complessi sulla salute sessuale e considerare attentamente le proprie abitudini di consumo al fine di preservare il benessere fisico e emotivo nelle relazioni intime.

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*