Le vere emergenze nei pronto soccorso: sono solo il 40% del totale

Il panorama dei pronto soccorso in Germania sta affrontando sfide sempre più complesse, con sale d’attesa affollate, tempi di attesa prolungati e una crescente tensione tra pazienti e operatori sanitari. Ma quali sono le vere emergenze in questo contesto?

Norbert Schütz, MD, direttore di geriatria e reumatologia presso Helios Dr. Ospedale Horst Schmidt di Wiesbaden, ha sollevato importanti questioni durante la conferenza stampa della 130a riunione annuale della Società tedesca di medicina interna (DGIM).

Secondo Schütz, circa la metà dei pazienti che si presentano ai pronto soccorso non ha un’emergenza medica urgente ma presenta condizioni facilmente risolvibili con l’intervento di un medico di base territoriale. Ovviamente però in mancanza di una rassicurazione e in presenza ad esempio di un forte dolore, nessuno se la sente di rischiare e quindi si presenta al pronto soccorso. Questo solleva interrogativi cruciali sulle decisioni dei pazienti riguardo alla ricerca di assistenza sanitaria e sull’educazione pubblica riguardo alle vere emergenze mediche.

Schütz ha enfatizzato l’importanza di consultare prima il medico di medicina generale in caso di necessità medica non chiara. Questo, spiega, è dovuto alla loro conoscenza approfondita del paziente e alla relazione di fiducia che spesso si instaura. Tuttavia, se il medico generico non è disponibile, il servizio medico di guardia è un’alternativa valida.

Ma cosa costituisce una vera emergenza? Schütz identifica alcune condizioni critiche, tra cui il dolore toracico, i disturbi circolatori, la compromissione della coscienza, le difficoltà respiratorie, la paralisi improvvisa, il sanguinamento grave e lo shock allergico. Questi sono casi in cui è fondamentale il pronto intervento medico.

Il numero di pazienti nei pronto soccorso è aumentato costantemente negli ultimi anni. Statisticamente, solo quattro casi su 10 sono vere emergenze, come hanno dimostrato indagini dettagliate sui pazienti nei pronto soccorso degli ospedali della Germania settentrionale. Nello studio trasversale PiNo Nord, Martin Scherer, MD, dell’ospedale universitario di Amburgo-Eppendorf di Amburgo, in Germania, e il suo team hanno esaminato i motivi per cui i pazienti visitano il pronto soccorso. Hanno intervistato 1175 pazienti in cinque ospedali e hanno documentato le diagnosi mediche. Sono stati esclusi i pazienti classificati come “immediatamente” o “molto urgentemente” che necessitano di trattamento. I pazienti intervistati avevano in media 41,8 anni, il 52,9% erano uomini e il 54,7% dei pazienti ha indicato una bassa urgenza di trattamento. Circa il 41% dei pazienti ha visitato il pronto soccorso di propria iniziativa, il 17% ha dichiarato di essere stato indirizzato o affidato dal proprio medico generico e l’8% è stato indirizzato da uno specialista al pronto soccorso.

È interessante notare che solo il 40% dei pazienti che si rivolgono ai pronto soccorso tedeschi presenta vere emergenze.

La definizione e la gestione delle vere emergenze nei pronto soccorso tedeschi (e non solo) richiedono un’analisi approfondita e un’educazione continua del pubblico, ma deve prevedere l’esistenza di una efficace rete di assistenza territoriale con orari estesi al fine di alleggerire la pressione sui reparti di emergenza. La collaborazione tra professionisti sanitari, organizzazioni mediche e comunità è essenziale per garantire un accesso appropriato e tempestivo alle cure mediche di emergenza.

Fonte: https://www.medscape.com/viewarticle/which-emergencies-are-genuine-emergencies-2024a10007wx?ecd=wnl_infocu8_broad_broad_persoexpansion-algo_20240427_etid6473005&uac=302865MN&impID=6473005

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*