Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Non lavi i denti? Salute a rischio

di Valentina Di Paola

Lavare correttamente i denti e passare il filo interdentale potrebbe proteggere da rischi ben più gravi di tartaro e carie. Uno studio condotto dagli scienziati dell’Università di Birmingham e pubblicato sul British Medical Journal Open suggerisce infatti che una scarsa salute orale potrebbe essere legata a una maggiore probabilità di sperimentare malattie cardiovascolari, mentali e autoimmuni. Il team di ricerca, guidato da Joht Singh Chandan e Dawit Zemedikun, ha esaminato le cartelle cliniche di oltre 64mila pazienti con malattie paradontali, confrontando i dati ottenuti con quelli relativi a 250mila soggetti demograficamente corrispondenti ma senza problemi dentali o gengivali. “I problemi di scarsa o scorretta salute orale sono molto comuni a livello globale – osserva Chandan – le malattie gengivali o dentali possono provocare una diminuzione nella qualità della vita, ma finora si sapeva molto poco della correlazione tra l’igiene orale e le malattie croniche”. 

Malattie gengivali e problemi di salute, una relazione poco esplorata 

Negli ultimi anni, un numero crescente di studi e ricerche ha evidenziato delle associazioni tra malattie paradontali e altre condizioni di salute, tra queste l’ipertensione e le malattie neurodegenerative come l’Alzheimer. Gli scienziati dell’Università di Birmingham hanno analizzato una media di tre anni e mezzo di dati sanitari allo scopo di individuare il tasso di insorgenza di condizioni di salute negative in relazione alle malattie gengivali preesistenti. I ricercatori precisano che questo tipo di lavoro non stabilisce un nesso di causalità, per cui sarà necessario approfondire le indagini. Tuttavia, i risultati mostrano che i soggetti che avevano sperimentato malattie paradontali avevano un rischio del 33 per cento più elevato di sviluppare una malattia autoimmune, come l’artrite o la psoriasi, e del 18 per cento di presentare problemi cardiovascolari, come ictus o insufficienza cardiaca. Le malattie gengivali, riportano inoltre gli autori, erano correlate anche a un aumento del 37 per cento nel rischio di problemi di salute mentale, tra cui depressione e ansia. “Il nostro è stato il lavoro più completo del suo genere – afferma Zemedikun – i risultati hanno fornito una conferma dell’associazione tra cattiva salute orale e malattia mentale

Una buona igiene orale è fondamentale per la salute mentale

Alcune relazioni tra salute orale e malattia sono già ben note, spiegano gli studiosi, come il legame tra parodontite e diabete di tipo 2, ma il collegamento con la salute mentale è ancora poco compreso. I ricercatori sottolineano che l’associazione tra salute mentale e parodontite potrebbe essere sia comportamentale che immunologica, per cui una cattiva salute orale potrebbe aumentare le ansie sociali. Allo stesso tempo, però, è stato ipotizzato che le infezioni orali potrebbero esacerbare le risposte infiammatorie che portano a distinti cambiamenti nell’attività del sistema immunitario nel cervello. “Indipendentemente dalla relazione causale, che deve essere ancora compresa – commenta Krish Nirantharakumar, altra firma dell’articolo – mantenere una corretta igiene orale e una buona salute orale è fondamentale. Per questo consigliamo a tutti di effettuare visite regolari dal dentista e incitiamo le autorità sanitarie a promuovere una corretta comunicazione tra gli specialisti del cavo orale e gli altri medici in modo da ridurre il rischio di problemi di salute”.

LINK A STUDIO: https://bmjopen.bmj.com/content/11/12/e048296  

https://mohre.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*

Chinese (Simplified)CroatianEnglishFrenchGermanItalianJapaneseRussianSpanish