Stimolazione cerebrale non invasiva: rapido miglioramento cognitivo su malattie cerebrali

Redazione

La stimolazione transcranica a corrente alternata (tACS) offre benefici cognitivi moderati sia negli anziani sani che in quelli con disturbi neuropsichiatrici, secondo la più grande e completa meta-analisi mai realizzata su questa tecnica. I risultati, pubblicati su Science Translational Medicine, potrebbero segnare un importante passo avanti nel campo della stimolazione cerebrale.

Il dottor Robert Reinhart, PhD, del Cognitive & Clinical Neuroscience Laboratory della Boston University, ha dichiarato a Medscape Medical News: “tACS ha mostrato una grande promessa nel migliorare la funzione mentale, ma la reale efficacia di questa tecnologia è stata a lungo dibattuta”. Le prove finora raccolte erano contrastanti, portando Reinhart e il suo team a utilizzare tecniche meta-analitiche per valutare la coerenza dei dati provenienti da diversi studi.

Reinhart ha sottolineato che il numero di studi su tACS è più che raddoppiato negli ultimi anni, diventando progressivamente più sofisticati. Questa crescita ha reso possibile una valutazione più approfondita e accurata degli effetti della stimolazione cerebrale.

Analisi di ampio respiro

La meta-analisi ha incluso 102 studi pubblicati tra il 2006 e il 2021, coinvolgendo 2893 partecipanti (1290 uomini e 1603 donne) con un’età media di 30 anni. Tra questi, 333 partecipanti erano anziani (età media di 67 anni) e 177 presentavano disturbi clinici come depressione maggiore, ADHD, epilessia, morbo di Parkinson, schizofrenia e lieve deterioramento cognitivo.

Risultati immediati sulle funzioni cognitive, attenzione e memoria

I risultati hanno mostrato un miglioramento significativo, affidabile e immediato della funzione mentale con tACS. In particolare, tACS ha avuto un impatto notevole sul controllo esecutivo, ovvero la capacità di adattare il comportamento in risposta a nuove informazioni o situazioni contrastanti. Inoltre, sono stati osservati miglioramenti nella memoria, nell’attenzione e nelle misure di intelligenza.

Reinhart ha dichiarato: “Abbiamo trovato miglioramenti nella capacità di prestare attenzione, nella memoria sia a breve che a lungo termine e nelle misure di intelligenza, almeno nel breve termine”.

Quando si esaminano specifiche funzioni mentali separatamente, tACS ha prodotto i risultati più forti nel controllo esecutivo ossia la capacità di adattare il proprio comportamento in risposta a nuove informazioni, eventi sorprendenti o situazioni contrastanti, un’abilità cruciale per l’adattamento e la risoluzione dei problemi. Inoltre, sono stati osservati miglioramenti nell’attenzione sostenuta, nella memoria di lavoro (la capacità di mantenere e manipolare informazioni per brevi periodi) e nella memoria a lungo termine.

Focus anche sugli anziani

La ricerca ha anche esaminato l’efficacia del tACS in due sottopopolazioni particolarmente vulnerabili ai cambiamenti cerebrali: gli anziani e le persone con disturbi neuropsichiatrici. Questo focus mirato è cruciale per comprendere come tACS possa essere utilizzato per sostenere le funzioni cognitive in chi ne ha più bisogno. Gli anziani, per esempio, spesso sperimentano un declino cognitivo legato all’età, mentre le popolazioni cliniche affrontano sfide cognitive associate ai loro disturbi specifici.

Applicazioni e prospettive future

La stimolazione transcranica a corrente alternata (tACS) emerge quindi come una promettente tecnica non invasiva per il miglioramento delle funzioni cognitive, con potenziali applicazioni sia per anziani sani che per individui con disturbi neuropsichiatrici. Ulteriori ricerche sono necessarie per confermare questi risultati nel lungo termine e per esplorare pienamente le possibilità offerte da questa tecnologia. Potenziali applicazioni future potrebbero includere programmi di stimolazione personalizzati per migliorare la qualità della vita e l’autonomia di anziani e pazienti con disturbi cognitivi.

Fonte: https://www.science.org/doi/10.1126/scitranslmed.abo2044

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*