Svolta dalla Gran Bretagna: le sigarette elettroniche saranno prescritte dal SSN per smettere di fumare

Un primo commento alla notizia da parte di Fabio Beatrice, Direttore  del Board Scientifico di MOHRE e del Centro Antifumo San Giovanni Bosco di Torino:

“È importante la notizia apparsa sulle prime pagine dei principali quotidiani inglesi che la sigaretta elettronica viene utilizzata come strumento di sanità pubblica per il contenimento del tabagismo.

L’idea è la possibilità di utilizzarla con una vero e proprio metodo alternativo per assumere nicotina consigliato dai medici .

Considerato che la maggior parte dei farmaci per il contrasto del tabagismo sono a base di nicotina, la sigaretta elettronica da diversi studi sembra avere un’efficacia addirittura superiore perché permette di mantenere aspetti legati alla gestualità ed oralità a cui il fumatore fa fatica a rinunciare.

Dottor Fabio Beatrice, Direttore  del Board Scientifico di MOHRE e del Centro Antifumo San Giovanni Bosco di Torino

 

La Gran Bretagna ha dimostrato di essere molti passi avanti nella lotta al tabagismo con un approccio concreto e orientato all’ascolto dei bisogni dei fumatori.

Come scienziati orientati prima di tutto alla ricevibilità delle proposte e alla prevenzione ancorché parziale auspichiamo che gli altri paesi abbandonino le attuali posizioni integraliste che al momento lasciano solo il fumatore nella ricerca di soluzioni per superare la propria dipendenza. Ecco questa visione si scontra con quella integralista del nostro paese rispetto a possibilità di aiuto che pure la sigaretta elettronica è in grado di fornire a fumatori resistenti alla cessazione”.

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

Chinese (Simplified)CroatianEnglishFrenchGermanItalianJapaneseRussianSpanish