Vision + Onlus ETS con la Missione chirurgica 2023 in Madagascar visita 100 persone e ne opera 60 ridonandogli la vista, tra cui 2 bambini di circa 6 anni

La missione chirurgica di Vision + Onlus ETS appena rientrata da Andasibe in Madagascar, tra novembre e dicembre ha visitato cento persone e ne ha operate 60 ridonandogli la vista persa per cataratta, tra cui 2 bambini; il primo per cataratta congenita e il secondo per cataratta post traumatica. – i dettagli nel racconto dei volontari – in allegato –

Era dal 2019, anno prima del COVID -19 che l’ultima missione chirurgica organizzata ed inviata da Vision + Onlus ETS ad Andasibe, nella regione del Madagascar del nord, aveva operato di cataratta circa 150 persone. Finalmente, dopo ben tre anni di raccolta fondi, materiali e strumentazione, i nostri volontari: l’equipe chirurgica formata da chirurghi oftalmologi, medici oftalmologi, strumentisti ed ortottisti hanno potuto portare a termine questa missione.

Arrivati al decimo anno dalla partenza della prima missione ma, dopo tre anni di assenza, causa COVID-19, non sono stati pochi i problemi che i volontari di Vision + Onlus ETS hanno dovuto ‘gestire’ nel Centro medico St. Paul di Ampefy, autorizzato dal Ministero della Sanità Malgascio, fondato, e diretto Change Onlus, presidente Dott. Paolo Mazza, di cui Vision + Onlus ETS cura l’ambito oftalmologico e ottico per le missioni.

Siamo in una regione tropicale, nell’emisfero sud e tra fine novembre e inizio dicembre in Madagascar è quasi estate e le temperature si aggirano sui 30 gradi per cui tenere sterile la sala chirurgica è stato il primo problema che i volontari hanno dovuto ‘gestire’.  Il problema è stato ottenere gli standard di igiene ed asetticità degli ambienti operatori che la nostra equipe ritiene imprescindibili. Inoltre, i volontari e la nostra strumentazione sono stati messi a dura prova da inconvenienti dovuti ai cali repentini di tensione della rete elettrica, nonostante l’uso di gruppi di continuità.

La nostra missione si è aggiunta alla ormai consolidata attività chirurgica del Centro medico cosa che ha determinato una ridotta disponibilità della sala chirurgica, ciò non ha permesso di raggiungere il numero di operazioni simile alle precedenti missioni.

La missione è durata in tutto 17 giorni – dal 27/11 al 13/12 2023 – dei quali 5 di viaggio, 2 di organizzazione materiale, 3 di visite preoperatorie e valutazioni chirurgiche e 8 di sedute operatorie.

Nell’arco di questi ultimi due anni, periodo in cui non erano possibili missioni sul posto, abbiamo continuato ad inviare materiali e strumentazione, anche per alimentare il laboratorio di ottica che Vision + Onlus ETS ha realizzato nel corso degli anni presso il Centro Medico St. Paul di Ampefy, che predispone e dona oltre 300 occhiali da vista al mese per le persone del luogo in un bacino d’utenza di circa 600 mila persone -.

Dal 2011 Vision+ Onlus ETS ha raggiunto importanti risultati presso il centro medico Saint Paul di Andasibé, centro di eccellenza nel Nord del Madagascar, fondamentale per la cura dei problemi relativi alla vista, non solo dal punto di vista clinico ma anche ottico: il laboratorio di ottica fornisce 300 paia di occhiali al mese a chi ne ha bisogno. Ha dichiarato Demetrio Spinelli, Presidente di Vision + Onlus ETS.  La sostenibilità nel tempo, in accordo con i principi dell’OMS, rispondendo ai reali bisogni dei pazienti e della popolazione, è garantita, da un lato, con l’invio della prossima missione chirurgica nel 2024, dall’altro con lo sviluppo di un modello di teleoftalmologia per Andasibè che consente un’assistenza oftalmologica continuativa ai residenti nel bacino del centro sanitario chirurgico Saint Paul d’Ampefy- Andasibè, modello replicabile come servizio verso altri enti. Ha concluso Spinelli”

L’Ospedale ST Paul, Change Onlus ONG ed io personalmente ringraziamo infinitamente Vision + Onlus ETS per il sostegno che ormai da tanti anni ha costantemente offerto al progetto oculistico in atto presso il nostro Centro. Ha dichiarato Paolo Mazza, Presidente Change Onlus. Ma credo che i ringraziamenti più importanti vengano dalle tantissime persone che beneficiano delle cure che abbiamo potuto e possiamo dare quotidianamente, grazie all’aiuto di Vision +Onlus ETS. Abbiamo voluto costruire un padiglione “dedicato” all’ottica che è diventata il “fiore all’occhiello” del nostro Centro sia per la competenza del personale che è stato formato, sia per le apparecchiature, sia anche per la disponibilità di materiale (montature e lenti) che, gratuitamente, ci sono arrivate dall’Italia.  I difetti della vista sono molto frequenti in Madagascar e spesso cambiano radicalmente la vita di coloro che ne sono affetti. Il poter contare su un rimedio alla cecità o ai gravi deficit visivi è un dono incommensurabile che non trova confronti.  Ancora grazie di cuore!”

Sono orgoglioso di essere stato anche quest’anno al fianco di Vision + Onlus ETS e di aver supportato l’ambizioso progetto in Madagascar”. Ha riferito Marco Procacciante, CEO di Vision Group SpA. “Come Vision Group, finanziamo da diverso tempo le missioni nel centro medico Saint Paul di Ampefy, donando fondi destinati all’acquisto di kit per le operazioni di cataratta e di chirurgia pediatrica, e fornendo montature e lenti oftalmiche per l’approntamento di occhiali da vista.  I numerosi e importanti obiettivi già raggiunti, che hanno permesso di salvare la vista e migliorare la vita di centinaia di persone, ci confermano che questa è la strada giusta da perseguire”.

https://mohre.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*